BREVETTI per INVENZIONE

Un Brevetto per Invenzione protegge le creazioni intellettuali consistenti nella soluzione di un problema tecnico in precedenza non risolto.

Possono costituire l’oggetto di un brevetto per invenzione industriale le nuove invenzioni che implichino un’attività inventiva e che siano atte ad avere un’applicazione industriale.

I diritti esclusivi derivanti dalla titolarità di un brevetto sono conferiti con la concessione del brevetto.

Il deposito di una domanda di brevetto nazionale consente al titolare della stessa, entro 12 mesi dalla data di deposito di tale brevetto, di estendere all’estero corrispondenti brevetti, rivendicando il diritto di priorità.

Quest’ultimo consente di fare risalire i corrispondenti Brevetti Esteri, alla data di deposito del Brevetto nazionale originario.

Un brevetto per Invenzione Industriale ha una durata massima di 20 anni a partire dalla data di deposito dello stesso.

I diritti derivanti dalla titolarità di un brevetto per invenzione industriale consistono nella facoltà esclusiva di attuare l’invenzione e di trarne profitto nel territorio dello Stato.

Un brevetto è soggetto ad una tassa di rinnovazione annuale.

Le domande di brevetto nazionali italiane sono soggette ad un esame della loro novità da parte dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

Studio Avv. Franco CIcogna - brevetti, marchi, modelli d'utilità